Logo

Lascia il tuo commento sulla Campagna


Questo spazio è un laboratorio di idee per esporre nuove proposte per il futuro della Campagna Popolare. Ogni proposta sarà conservata, valutata e, se è il caso, commentata.

Per lasciare un messaggio clicca qui.

  




63 5/2/2015 vivere in campagna , coltivare la terra
ritorno alla terra 
Invia un email a %s



Vorrei trasferirmi in campagna; Umbria, Abruzzo, provincia di Grosseto presso un ecovillaggio o una piccola azienda agricola bio già avviata, dove lavorare la terra e vivere in un contesto comunitario. Potrei valutare la possibilità di diventare socia di un'azienda agricola dove vivere e lavorare. Cerco proposte concrete avendo un approccio razionalistico.
ricerca seria, no perditempo
jasminandbutterflies@hotmail.com


62 20/2/2014 Contro la valutazione dei Rischi
Luca 



Mi piacerebbe che la valutazione dei rischi fosse si obbligatoria ma anche gratuita, visto che se voglio assumere, anche una persona per un giorno,in azienda agricola individuale, sono obbligato a spedere 1200/1400€


61 12/11/2013 PRESERVIAMO IL MONDO PER IL FUTURO
ANGELA 
Invia un email a %s



Vorrei che si costituisse un gruppo per costituire una banca dei semi presenti in Italia per tutelare il futuro dei nostri figli, e fare in modo che le multinazionali come la Monsanto trovino cittadini che combattono per difendere la libertà di poter coltivare in piena autonomia senza distruggere la nostra preziosa natura, ma conservandola per i nostri figli


60 14/8/2013 Conoscete TERRAXCHANGE?
terraXchange 
Invia un email a %s Visita il sito web



Siamo un gruppo di ragazzi attenti allo sviluppo sostenibile. Stiamo sviluppando un portale web innovativo per l'utilizzazione di terreni degradati da valorizzare con la creazione di orti individuali e/o condivisi.

Siamo stanchi di vedere luoghi degradati, spazi inutilizzati e considerati senza valore, terreni incolti nell'hinterland dei grossi centri urbani o in zone disagiate. Abbiamo deciso di passare all'azione.
Da questo nasce la nostra idea: TERRAXCHANGE.

- Cos’è TERRAXCHANGE?
TERRAXCHANGE è un portale web dove i proprietari mettono a disposizione i propri terreni agricoli incolti e abbandonati. Questi terreni possono essere gestiti e utilizzati da qualsiasi persona interessata a mantenerli produttivi.
TERRAXCHANGE favorisce l’incontro tra queste due realtà creando una fruttuosa simbiosi che renderà possibile la produzione di ortaggi su spazi abbandonati.

- Perché TERRACHANGE?
L’idea fondante è quella di creare una rete di protezione verso aree degradate e abbandonate al proprio destino. Ricordiamo che, oltre a perdere terreno produttivo, l’incuria del proprio territorio è una delle cause principali di dissesti idrogeologici che puntualmente colpiscono il territorio in cui viviamo con conseguenze disastrose per la tutta la società.
Noi di TERRAXCHANGE crediamo che non esistano terreni “improduttivi”. Ogni spazio privato e libero ha un valore che va oltre rispetto ai semplici canoni economici. Ogni terreno merita protezione e cura.
TERRAXCHANGE si prefigge di trovare un coltivatore per ogni spazio agricolo disponibile.

TERRAXCHANGE si prefigge di divenire il portale principale per censire gli orti urbani e/o privati sparsi per l'Italia e il mondo intero.
La creazione di un'organizzazione di un certo peso che sia in grado di portare avanti una grandiosa idea eco-sostenibile.

Proprietari di terreni incolti e cittadini che vogliono utilizzare spazi aperti per le proprie attività hanno tra le mani un immenso potenziale. TERRAXCHANGE sarà il mezzo con il quale questi due attori si riusciranno a trovare a vicenda ed entrambi avranno una moltitudine di vantaggi.

GRAZIE PER LE ATTIVITÀ CHE VOI PORTATE AVANTI! OGNI ORGANIZZAZIONE COME LA VOSTRA DOVREBBE AVER PIÙ VOCE IN QUESTO MONDO.
Con TERRAXCHANGE questo potrebbe avverarsi!
Anche le organizzazioni come la vostra potranno avere spazio di discussione nel nostro forum, potranno contattare altre associazioni.
Il nostro obiettivo è creare una sinergia di iniziative orticole ecocompatibili per uno sviluppo sostenibile a livello nazionale e internazionale.

Augurandovi Buon Lavoro, vi invitiamo a seguirci.
CERCATECI SUI SOCIAL!


59 27/5/2013 IL FUTURO
Matteo 
Invia un email a %s



A VOLTE IMMAGINO UN MONDO DOVE OGNUNO DI NOI HA UNA PICCOLA OASI DOVE ALLEVARE COLTIVARE E RESPIRARE A SUO PIACIMENTO ... DOVE RITEMPRARE MENTE E CORPO... LE SUE PAPILLE ASSAPORANO GUSTI ORMAI PERSI, IL SUO OLFATTO ODORI ORMAI ESTINTI.
IL PROFITTO NON ESISTE E IL MASSIMO DEL BENEFIT E' LA PROPIA SODDISFAZIONE.
PER QUALE MOTIVO TUTTO QUESTO LO PUOI FARE SOLO FUORILEGGE?
PERCHE' CI VOGLIONO TUTTI STANDARD? PERCHE' L'UNICA POSTO DOVE FARE LA SPESA E' IL CENTROCOMMERCIALE?
IO PENSO CHE CI SIA QUALCUNO DIETRO QUESTA REGIA. L' AGRICOLTURA, GLI ALLEVAMENTI NON POSSONO ESSERE PARAGONATI ALL' INDUSTRIA DEL DETERSIVO, NON POTRANNO MAI ESSERE CONTROLLATI DA MACCHINA A CONTROLLO NUMERICO... SE VOGLIAMO SOPRAVVIVERE DOBBIAMO AFFIDARCI A NUOVI CREDI ALTRIMENTI LA NOSTRA ESTINZIONE SARA' PROSSIMA ...


58 15/2/2013 riflessione
carla coriani 
Invia un email a %s



Apprezzo molto l'inizziativa che ho scoperto per caso... e firmo la petizione pur che non sono pienamente d'accordo con tutti i punti specifici, ma sono d'accordo e condivido la filosofia generale proposta.
Penso che i vari punti possano essere sviluppati e chiariti al meglio. Sono anche d'accordo sul divulgare maggiormente questa iniziativa e mi attivo per diffonderla nei miei canali in rete. Condivido la necessità di dare voce a questo "frammento" di agricoltura di cui faccio parte, che da tanti anni e attraverso modi e strutture diverse si pome nel mercato per difendere e sostenere la propria esistenza messa a repentaglio dalla burocrazia, da leggi e regolamenti applicati ai piccolissimi produttori come ai grandi. Mi permetto anche di esprimere la delusione provata verso le associazioni di categoria che da venti anni vedo assoldarsi e assoggettarsi sempre di più al potere politico e commerciale, senza occuparsi minimamente della difesa degli agricoltori e dell'agricoltura. Sono convinta che l'impegno e la collaborazione tra tanti può aiutare a portare delle trasformazioni nella realtà che viviamo oggi.


57 13/1/2013 proposta
claudio rosso 
Invia un email a %s



la vostra proposta è ottima e va nell'ottica di dare spazio a due agricolture : quella imprenditoriale( artigiana o industriale) e quella di sostegno a rete del territorio con gli agricoltori di piccole dimensioni. Ho tante proposte da fare ma adesso ne butto li una. Un albo separato in CCIAA dove non si paghi nulla ma si possa avere elenco rrealtà singole per fare una politica condivisa. Le CCIAA possono avere un ruolo forte prima del livello pubblico vero e proprio ma oggi si muovono in modo poco condivisibile


56 27/11/2012 disegno di legge
Franky 
Invia un email a %s



Perchè assieme alla petizione non si presenta anche un disegno di legge di iniziativa popolare? Per la mia regione la Sicilia, Si potrebbe farlo presentare dai Portavoce del Movimento 5S


55 20/11/2012 gasista
Domthu 
Invia un email a %s



Prodotti da auto produzione, trasformato e confezionato, con possibilità di macellazione, esonerato di tasse, HACCP ed altre norme distruttive...

Una campagna coraggiosa

Per l'acquisto dall'agricoltura contadina, i gruppi d'acquisto solidale sono un posto giusto per scambiare e acquistare le auto produzione fatta da un agricoltura contadina di prossimità.

Una via da percorrere. che pero manca nel statuto. se possibilmente potete modificare il punto 2 in modo da introdurre i GAS nella frase "e per la vendita diretta ai consumatori finali". Anche perchè tutti noi, volontari che faticano a far girare queste filiere corta dell'acquisto, crediamo nell'agricoltura fatta a misura d'uomo.

Fateci sapere come proseguite


54 1/7/2012 Informazioni
Dante 
Invia un email a %s Visita il sito web



Scusate se non sono nel posto giusto, ma a me sembra già un grande risultato averi trovato e devo dire che provo un certo sollievo sapere che non sono l' unico in questa situazione di difficoltà...
Volevo sapere a che punto è tutta questa iniziativa...che tra l' altro mi sembra troppo bella per essere vera...speriamo che non sia un' altra illusione...
Saluti..Dante.


53 25/4/2012 stile di vita e permacultura
Marcello 
Invia un email a %s



Salve a tutti. Questa campagna per il riconoscimento della figura del piccolo contadino ritengo sia di fondamentale importanza. Di questi tempi, coltivare un piccolo appezzamento di terra, è diventato quasi una necessità per la sopravvivenza dell'individuo. Si, perchè prendersi cura di un fazzoletto di terra, anche solo di 5000 (o anche meno, su 1000 mq di terra si può fare già tanto)/10000 mq, non solo è un antistress naturale nonchè una palestra che ti fa stare in movimento all'aria aperta, ma ti permette di coltivare una varietà ragguardevole di ortaggi e frutta senza fare uso di prodotti chimici. Per chi lo desidera poi c'è la possibilità di allevare piccoli animali da cortile direttamente a terra. Questo stile di vita fa aumentare notevolmente la qualità della vita, permette di raggiungere l'autosufficienza alimentare con prodotti di alta qualità che oramai non si trovano più sul mercato, il contatto con la terra e gli animali e più in generale con la natura ti fa stare più sereno, ti consente di applicare la "decrescita felice" e la "permacultura" raggiungendo anche una indipendenza energetica (piccoli impianti solari ed eolici), se poi su questo piccolo appezzamento di terreno hai la possibilita di costruire o ristrutturare una casa passiva, allora hai raggiunto il massimo del sogno.
Un'ultima cosa, attenzione però che questa campagna è troppo poco pubblicizzata, e secondo me invece tantissima gente potrebbe essere seriamente interessata.


52 18/3/2012 il piu grande pericolo per la terra ora piove dal cielo
leda 
Visita il sito web



Ho firmato la vostra petizione che condivido pienamente, ma vi invito anche ad osservare il cielo, metodo più che sufficiente, per redersi conto, che oggi siamo tutti sottoposti a pesanti irrorazioni chimiche, con conseguenze devastanti, per la terra, e per tutti gli esseri viventi. Per maggiori informazioni vi invito a consultare il il blog www.riprendiamociilpianeta.it.
un saluto a tutti voi.


51 25/2/2012 eccomi
antonella 
Invia un email a %s Visita il sito web



che bello che ci sia questa iniziativa!!!!!!!!!! sono felice di aver firmato. Sono una contadina fiera di esserlo, da tutta la vita.....ma per vivere devo fare l'amministrativo, dedicandomi alla mia terra, il mio orto e le mie viti solo nel part time...spero davvero spero, nel futuro di poterci stare tutto il tempo coi piedi per terra, potendomi liberare dalla schiavitù dei servilismi pagati che questa europa superevoluta nella carta ma povera di umanità e lungimiranza ci costringe a ottemperare....


50 7/2/2012 da quando esiste il mondo, abbiamo sempre operato...
Legnogrezzo 
Invia un email a %s



poi per un breve periodo hanno inventato l'euro e le cose sono peggiorate, poi hanno inventato i trasporti celeri per mangiare le fragole in inverno,
viviamo in tanti in poco spazio merito del petrolio, abbiamo fatto i prodotti in serie e i cinesi ci hanno superato in quantità.
Viviamo in un paese di "esperti" però per un po di neve si ferma tutto...
quando finirà questa illusione?


49 9/12/2011 il bello della crisi
Antonio Zangara 
Invia un email a %s



Il bello della crisi economica attuale é che abbiamo tutti riscoperto il piacere di vivere la campagna, I giovani come me si sono fatti dare gli appezzamenti abbandonati di famiglia e con la forza di volontá e grande passione stanno trasformando una passione in un´attivitá per vivere dignitosamente. A nome di tutti i giovani campagnoli voglio soltanto dire alle istituzioni :LASCIATECI FARE e vi sorprenderemo!


48 2/12/2011 disoccupato
roberto ghisellini 
Invia un email a %s



buongiorno, il mio nome è Roberto, sono alla ricerca di un'azienda agricola o comunità contadina disposta ad accettarmi come lavorante. Dopo anni di lavoro in ufficio voglio riappropriarmi della vita rurale anche se so che non sarà una passeggiata. Non m'interessa diventare ricco in soldi ma ricco di nuovo entusiasmo in quello che si fa. E poi sono nauseato da un sistema pilotato da speculatori mentre chi produce conta sempre meno, è ora di cambiare questo sistema, la terra è il valore primario, non il cemento. cordiali saluti a tutti.
roberto
tel. 3393391269


47 17/11/2011 la vigna
Jacopetta Giuseppe 
Invia un email a %s



chi coltiva una piccola vigna non è utile alla società perché non fa aumentare il PIL, ho ereditato una vigna in collina, ricostruisco con le mie mani i muri a secco, purtroppo non faccio aumentare il PIL perché per i muri a secco non consumo "cemento"


46 16/11/2011 ricreare il senso di comunità attraverso la produzione di cibo locale
stefanomeretto 
Invia un email a %s Visita il sito web



L'iniziativa oltre ad essere fantastica è urgente, tale urgenza non riguarda solo i contadini, ma e soprattutto chi vive nelle città; il sistema sta scricchiolando da tutte le parti, in Grecia l'anno scorso quando è successo casino, dopo tre giorni l'occupazione principale era la ricerca del cibo.
La capacità di produrre cibo è la prima attività che ogni comunità locale deve riattivare, quindi bene fare mozioni per slegare contadini e chiunque voglia produrre cibo da logiche di mercato devastanti ed inique, ma se non ci riusciamo occorre comunque muoversi nel non rispetto di regole che non ci appartengono.


45 7/9/2011 aiuto
miria 
Invia un email a %s



ho firmato la petizione, per diversi motivi, i principale: con la burocrazia, i mutui, dinamiche familiari, il mio podere è ormai alla rovina, con molti rimpianti, il bello che con tutte le buone volontà non riesco nemmeno ha vendere, solo ha svendere, cercando una valida soluzione la mia salute comincia a dare segni di arresa. Grazie Italia


44 5/9/2011 Federazione piccoli agricoltori
Stefano Avezzu 
Invia un email a %s



Poichè tutti non ci sentiamo rappresentati dalle tre federazioni, troppo concentrate sui grandi produttori, propongo di creare una federazione concentrata su quelle che sono le esigenze dei piccoli produttori. Creandola da zero, si potrebbe disegnare lo statuto e la mission della stessa per supportare al meglio le esigenze e le necessità specifiche.


CALENDARIO EVENTI

Settembre 2016
L M M G V S D
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

NEWSLETTER

Condividi questa pagina!

preferiti su: Twitter preferiti su: Facebook preferiti su: MySpace preferiti su: Del.icio.us preferiti su: Ask preferiti su: Mr. Wong preferiti su: Webnews preferiti su: Icio preferiti su: Oneview preferiti su: newsider preferiti su: Folkd preferiti su: Yigg preferiti su: Linkarena preferiti su: Digg preferiti su: Reddit preferiti su: Simpy preferiti su: StumbleUpon preferiti su: Slashdot preferiti su: Yahoo preferiti su: Spurl preferiti su: Google preferiti su: Blinklist preferiti su: Blogmarks preferiti su: Diigo preferiti su: Technorati preferiti su: Newsvine preferiti su: Blinkbits preferiti su: Netvouz preferiti su: Propeller preferiti su: Buzz preferiti su: Sphinn preferiti su: Jumptags
 

Civiltà Contadina | C.F. 02446310407 | Powered by ImpressCMS © 2007-2015 Impresscms.it
Credits | privacy sito | Iscriviti al sito | Accesso iscritti